Parcheggio

COORDINATE:        

Lat.    N 44,903956°
Long.  E 11,036591°
 


Da tempo la nostra associazione riteneva necessaria tale struttura per garantire una certa sicurezza ai proprietari di mezzi ricreazionali, in passato tanti sono stati i contatti con le varie amministrazioni, tutti inconcludenti per la mancanza sia di progettazione che di poca convinzione delle richieste.

Nel 2005 la realizzazione della nuova Area Camper Service di Via Palestrina e l’entrata di nuove figure nel direttivo hanno permesso un’accelerazione di contatti con l’amministrazione comunale al che di avere in gestione questo servizio molto importante per il turismo itinerante.
Successivamente si è iniziato a contattare le varie realtà politiche di Rovereto, dopo aver individuato l’’area idonea con il consenso di tutti i presidenti delle Circoscrizioni la scelta è caduta sull’area ex Cava Manica dove il Piano Regolatore prevedeva la costruzione di una RSA di 180 posti, che il consiglio Circoscrizionale Rovereto Nord aveva dato parere contrario alla realizzazione perchè troppo decentrata dal tessuto urbano della città e troppo costosa inoltre per esperienza (vedi Centro Civico del Brione) ha ritenuto pericolosa la sua realizzazione su un terreno non consolidato e riempito di materiale inerte di varia natura.
I contatti con l’assessore alla vivibilità e ambiente geom. R. Azzolini, nel novembre 2006, hanno contribuito a sottoporre alla giunta Valduga il progetto presentato dall’associazione per la realizzazione del parcheggio. In giugno 2007 la giunta ha stralciato dal piano regolatore il progetto della RSA e mettendoci a disposizione la ex cava Manica, ci autorizzava a prendere contatti con gli uffici competenti per ottenere il via libera alla realizzazione dell’opera. Con costanza e perseveranza i contatti si sono fatti più costruttivi e nell’autunno 2007, quando sembrava di essere vicini alla conclusione tutto si è fermato; la sospensione della trattativa era dovuta a un impedimento amministrativo in quanto il terreno aveva una destinazione d’uso diversa da quello della futura realizzazione, ancora una volta le trattative dovevano cambiare rotta. Grazie all’aiuto dell’assessore geom. R. Azzolini e una nuova collaborazione con il segretario comunale dott. Ceolan, in breve la trattativa ha ripreso vigore e il 28 maggio 2008 ci permetteva di firmare il contratto di affitto di 5500 m2 di terreno da mettere in sicurezza con tutte le spese di realizzazione a nostro carico stimate in € 50.000 con lo sgravio dell’affitto per 4 anni (12.500 € anno).
Il 6 giugno 2008 abbiamo iniziato i lavori di spianamento del terreno con una ditta che ci permetteva di collaborare come volontari in tanti lavori manuali quali la nuova recinzione di tutta l’area per un’altezza di 3m su tutto il perimetro circa 280 ml e la realizzazione di tutti gli scavi dei sottoservizi. Durante i lavori abbiamo fatto delle varianti all’idea iniziale: automatizzato l’ingresso con un controllo accessi, installato 2 telecamere con vigilanza a distanza e una barriera anti intrusione su tutto il perimetro, eseguito un impianto di illuminazione con 12 corpi illuminanti, posizionato un container ad uso ufficio ed un w.c. (creando un abuso edilizio poi sanato dall’amministrazione), sconfinando dal tetto di spesa concordato di ben € 36.000.
Il 1° agosto come promesso in vari incontri con i soci abbiamo consegnato le 80 piazzole ai soci che ne avevano fatto richiesta, successivamente abbiamo creato una zona dedicata come sede ad uso dei soci, aggiunto altre 20 piazzole, costruito un Camper Service ad uso degli utenti del park.
La realizzazione del park è il frutto dell’impegno del sig. R. Monte, che avuto il nulla osta dal direttivo in carica, a seguito le trattative ed i lavori, coaudivato dai presidenti in carica sigg, L. Toss e G. Scarperi, dal geom. A. Scanagatta per l’assistenza tecnica gratuita e volontaria, i lavoratori volontari sigg. V. Caracristi – F. Schir – A.Benedetti – D. Marzadro, che rinunciando al loro tempo libero hanno collaborato alla realizzazione del Park Camper, e tuttora collaborano con nuovi collaboratori, sigg. M. Baldo – S. Rizzi alla realizzazione di quanto necessita al buon funzionamento..